LETTERE AL DIRETTORE
AUTORE: Salvatore Popi Coppola
 
DESCRIZIONE:

Penso ai giorni di gloria di mio nonno. Il Cav. Uff. Salvatore Coppola dei Conti di Sarno e Baroni di Palmireto Consigliere e Console d'Italia dell'Imperatore di Germania Guglielmo secondo, è passato ad altra vita l'anno 1917 ...altri tempi - tutto passa e gli uomini continuano a invecchiare e morire. ...................................................... Era la guerra e noi facevano le ore piccole per ascoltare il sommesso tam-tam di Radio Londra che comunicava le ultime notizie del fronte alleato. Ma questa potrebbe essere, forse, una bella storia del passato. Caro dr. Coppola ci sono sprazzi di quattro anni di vita italiana nelle lettere da lei raccontate. Sono scritte di getto, sulla spinta dell'indignazione, e testimoniano senza falsi veli, un punto di vista, un'opinione, un'ideologia di vita meritevoli, se non altro, di avviare una riflessione, una polemica, una serie di diversi pareri. Complimenti per il brio, la lucidità, la voglia di battersi e di schierarsi con tanto di nome, cognome e illustri ascendenze, che tutt'ora la animano e che, a ben riflettere, rappresentano il segreto della sua invidiabile vitalità. Alberto Giuliani docente di giornalismo alla LUISS
 
€ 5,00
 
PAG. 72
 
 









LIBERI PENSIERI DI UN LIBERO CITTADINO