Autori Esordienti

 

Prestiamo particolare attenzione agli autori esordienti, che hanno bisogno di guida e di esperti nel settore che li avvii e li guidi lungo un percorso certamente non facile, sia per chi volesse soltanto dare vita ai propri sogni conservati in un cassetto, sia per chi volesse iniziare una carriera di scrittore.
Abbiamo sempre considerato la nostra Casa Editrice come una “fucina” dove nascono e si formano i futuri scrittori, narratori, poeti… e ci piace pensare di poter essere fonte di acquisizione per i grandi editori che cercano autori validi per arricchire il loro patrimonio culturale.
Abbiamo “tenuto a battesimo” scrittori che oggi hanno un posto di rilievo nell’universo culturale italiano e siamo orgogliosi di averli guidati e avviati.

La pittrice Maria Rosanna Cafolla collabora da anni con la Casa editrice, creando copertine di suggestiva e coinvolgente bellezza, vere e proprie opere d’arte.
L’artista, dopo aver conseguito il diplomaa Roma, presso la succursale dello storico Liceo Artistico di Via Ripetta, entra  in uno studio che si occupa di alta moda  collegato con gli stilisti  più importanti, Lancetti e Biagiotti a Roma, Etro, Versace, Stucchi e altri a Milano e con le fabbriche di seta a Como ove si occupa di disegni per tessuto compresi folulards, appagando cosìla sua vocazione alla ricerca ed alla sperimentazione, una palestra creativa ove mescola in modo disinvolto e inusuale, in totale libertà, gli elementi più diversi.
Intanto coltiva il suo amore per la grafica  attraverso i maestri antichi, moderni e contemporanei: Dürer, Rembrandt, Piranesi, con le sue “Carceri”, Klinger, Fattori, Morandi, Castellani, Vespignani, in un particolare lavoro dove denuncia  lo strazio ed il degrado delle periferie romane nel Natale di guerra,  Nicola Samorì, e per l’ex libris Giovanni Turria, con la sua raffinatezza tecnica, Mario Benedetti, Vladimiro Elvieri, Calisto Gritti, Viola Tytz, Vladimir Zuev.
Dopo un decennio di esperienza nel settore dell’alta moda, sceglie l’insegnamento.
Agli inizi del 2002  desidera riprendere l’incisione e si  avvicina  all’ex libris seguendo, in Accademia, le lezioni del Prof. Salvatore Marchese, allievo di Mino Maccari, e amico di Nino Cordio, pittore, incisore, eccellente acquafortista e suo insegnante.
M. Rosanna Cafolla considera l’ex libris come il sigillo “dell’alleanza tra il  “lettore” e i suoi libri”;  l’ex libris ci parla di una storia legata alla committenza  e ci racconta del contemporaneo “è una sfida, un viaggio, un contatto, un  incontro, un entrare in sintonia, conoscenza e approfondimento, esplorare attraverso i segni il proprio e l’altrui immaginario, creazione e progetto, sintonia, condivisione, stupore e/o delusione rispetto al risultato finale, molteplicità.
 Esso è una grafica di “nicchia” che comporta la complessità emotiva di un “doppio confine”  tra il desiderio del committente e la capacità dell’artista di mettersi in gioco, interpretandolo… apre una finestra sulla reciprocità del sentire, va ben oltre la libera grafica perché comporta non solo il proprio punto di vista, ma lo combina con il pensiero dell’altro”.

Gian Carlo Torre                                                                                                                               Storico dell’ex libris